Sud Sudan

Sono stati rilasciati lunedì nel primo pomeriggio i 10 operatori umanitari, tutti sud sudanesi, sequestrati la scorsa settimana nelle vicinanze di Yei, nella regione dell’Equatoria centrale. Lo ha comunicato Lam Paul Gabriel, portavoce dell’SPLM-Io, il maggior gruppo di opposizione, che ha sottolineato come l’incidente fosse dovuto al fatto che il convoglio era entrato nel territorio da loro controllato senza averlo concordato preventivamente.

L’uomo ha aggiunto di aver più volte informato l’agenzia Onu che coordina gli interventi umanitari (OCHA) della necessità di coordinarsi con l’ala umanitaria dell’SPLM-Io quando intende muoversi nel territorio da loro controllato. La mancanza di informazioni preventive ha già provocato diversi incidenti nella zona, compreso un altro sequestro di un convoglio umanitario avvenuto all’inizio di aprile.

L’incidente era stato considerato come un’interruzione del cessate il fuoco. (Sudan Tribune)