Sud Sudan

Almeno 29 persone sono morte in un’epidemia di colera in Sud Sudan, dove dal dicembre del 2013 è in corso un conflitto tra le forze fedeli al presidente Salva Kiir e quelle vicine al suo ex vice Riek Machar. Il bilancio delle vittime è stato confermato dalle Nazioni Unite che tra l’inizio e la fine di giugno hanno registrato 484 casi di colera.

Secondo l’ufficio dell’Onu per gli affari umanitari (Ocha), cinquemila bambini sotto i cinque anni rischiano di morire di colera se non saranno prese misure per contenere l’epidemia. Il colera è particolarmente pericoloso per i bambini piccoli, perché provoca una disidratazione rapida e grave.

L’Organizzazione mondiale della sanità (Oms) e le agenzie umanitarie hanno dato avvio a una campagna di vaccinazione nel paese. Il ministro della sanità sudsudanese ha ufficialmente dichiarato lo stato di epidemia il 23 giugno. L’anno scorso, almeno 167 persone sono morte in un’altra epidemia di colera scoppiata nel paese. (Internazionale.it)