Sudafrica / Zimbabwe

Le esportazioni del Sudafrica nel vicino Zimbabwe hanno subito un crollo del 10% dopo il divieto di importazione imposto lo scorso anno da Harare a diversi prodotti sudafricani, tra cui cibo, materiali da costruzione, mobili, articoli da toeletta ed altri prodotti.

La notizia è stata data ieri dalla ZBC, la televisione nazionale dello Zimbabwe, riportando i dati diffusi nell’ambito della Settimana dell’Industrializzazione della Sadc (Comunità di sviluppo dell’Africa australe) in corso a Johannesburg.

Il divieto ha colpito in particolare le decine di migliaia di disoccupati zimbabweani che sopravvivevano acquistando in Sudafrica prodotti a prezzi bassi da rivendere nel proprio paese. Ma per le grandi industrie la legge protezionista, varata proprio per rafforzare l’industria locale e prevenire la perdita degli scarsi flussi di  valuta estera, rappresenterebbe un vantaggio. La Confederazione delle industrie dello Zimbabwe ha dichiarato infatti che la capacità dei produttori locali sarebbe aumentata di oltre il 47% nel 2016, rispetto a circa il 34% segnato nell’anno precedente. (News 24)