Sudafrica / Elezioni 2019

Il partito da 25 anni al potere in Sudafrica, l’African national congress (Anc) resta il primo partito del paese, ma perde consensi. I dati definitivi delle elezioni politiche dell’8 maggio, confermati sabato dalla commissione elettorale, assegnano al partito del presidente Cyril Ramaphosa il 57,5% dei consensi. 

E’ la prima volta che l’Anc, vincitore di tutte le sei le elezioni parlamentari dalla fine dell’apartheid nel 1994, scende sotto la soglia del 60% dei voti.

Anche l’affluenza alle urne complessiva è stata decisamente inferiore rispetto alle ultime elezioni del 2014, scendendo al 66% dal 73,5%. Il declino riflette la persistente insoddisfazione per gli scandali di corruzione interni al partito, le continue disparità razziali e la crisi economica che perdura nel paese.

All’opposizione Alleanza democratica (Da) ha registrato una leggera flessione, ottenendo quasi il 21% dei voti rispetto al 22% del 2014.

La sinistra radicale dei Combattenti per la libertà economica (Eff), alla seconda elezione nazionale, ha guadagnato poco più del 10% dei consensi, un aumento rispetto al 6% delle precedenti elezioni. (Voice of America)