Sudafrica

Il governo del Sudafrica ha deciso di schierare l’esercito nella township di Alexandra a Johannesburg e in diverse zone del Kwa-Zulu Natal per contrastare l’ultima ondata di violenze xenofobe. 

 “L’esercito avrà una funzione deterrente contro i criminali, è la nostra ultima risorsa” ha annunciato il ministro della difesa, Nosiviwe Mapisa-Nqakula. 

È il primo dispiegamento di forze da quando sono scoppiati gli scontri  xenofobi che hanno causato 8 vittime nelle ultime settimane. Un bilancio aumentato ieri sera dopo l’accoltellamento a morte di un mozambicano di 35 anni, proprio ad Alexandra.

Il ministro ha dato anche notizia dell’aggressione armata subita da una coppia dello Zimbabwe sempre ieri sera ad Alexandra.

Gli assalti contro stranieri si sono intensificati da quasi tre settimane in molti quartieri di Durban nel Kwa-Zulu Natal e nella capitale commerciale sudafricana Johannesburg.

L’esercito è stato schierato anche durante le precedenti violenze xenofobe del  2008 in cui morirono 63 persone.

Più di 900 persone sono state volontariamente rimpatriati nei loro paesi d’origine negli ultimi giorni. (Bbc)

Copyright 2021 © Nigrizia - Tutti i diritti sono riservati