Sudafrica / Elezioni 2019

Il parlamento ha riconfermato ieri per segretario generale dell’African national congress (Anc) Cyril Ramaphosa, l’incarico di presidente del Sudafrica.

«Cercherò di agire e di essere il presidente di tutti i sudafricani e non solo di coloro che hanno votato per il partito che guido e di coloro che hanno votato per i partiti rappresentati qui», ha detto Ramaphosa rivolgendosi al parlamento dopo la sua elezione.

Alle elezioni generali dell’8 maggio l’Anc è stato riconfermato come partito al potere, ma con una consistente perdita di consensi – 4 punti percentuali meno del voto precedente, nel 2014 -, riflesso della frustrazione sperimentata da molti per il mancato progresso nell’affrontare la disparità di reddito e ricchezza, che ha mantenuto una connotazione razziale, e per un decennio di disastrosa leadership, segnata da gravi fatti di corruzione e lotte interne al partito, sotto l’ex presidente Jacob Zuma.

Da quando ha sostituito Zuma, nel 2018, Ramaphosa si è impegnato a combattere la corruzione, a riformare le compagnie statali e a far rivivere un’economia sclerotizzata. Ma ha lottato per mettere in atto riforme di fronte all’opposizione dei rivali di partito. (Al Jazeera)

Copyright 2021 © Nigrizia - Tutti i diritti sono riservati