Sudafrica / Elezioni 2019

I cittadini sudafricani sono chiamati a votare nel maggio 2019. Lo ha confermato mercoledì il presidente Cyril Ramaphosa dopo che la commissione elettorale indipendente del Sudafrica aveva precedentemente fissato il voto tra maggio e agosto del prossimo anno.

Il giorno non è stato però ancora deciso. «Il voto si terrà dopo il 7 maggio, un mercoledì, entro la fine del mese» ha dichiarato il presidente.

Le seste elezioni generali dalla fine del regime di apartheid riguardano l’Assemblea nazionale e nuovi organi legislativi provinciali. Il voto determinerà anche il nome del prossimo presidente.

Ramaphosa e il suo partito, l’African National Congress (ANC), ininterrottamente al governo dal 1994, stanno cercando di rimettere insieme i pezzi di quel che è stato distrutto dalla precedente presidenza. Infatti, il consenso dell’ANC ha visto il suo peggior momento proprio sotto la presidenza di Jacob Zuma, predecessore di Ramaphosa, sfiduciato dal suo stesso partito e accusato di corruzione.

Con Ramaphosa l’ANC ha indubbiamente ripreso potere, ma rimangono dissensi abbastanza forti da fronteggiare. Democratic Alliance ed Economic Freedom Fighters, i due principali partiti d’opposizione, giocano le loro carte sull’alto tasso di disoccupazione (al 28%), sulle disuguaglianze razziali e sociali, sulla criminalità dilagante e sulla forte recessione economica. Non meno importante è la delicata questione dell’esproprio agricolo, ancora irrisolta, annunciata proprio da Ramaphosa quest’anno e che vede divisi i cittadini della nazione arcobaleno. (Africanews / Bloomberg)