Sudafrica

La presidenza della repubblica sudafricana ha ricevuto il rapporto stilato dalla commissione d’inchiesta Farlam sul massacro di 34 minatori avvenuto nei pressi della miniera di platino di Marikana nell’agosto 2012.

La polizia uccise gli operai durante aprendo il fuoco durante una protesta per i salari a che stava avvenendo nei pressi della struttura mineraria, sostenendo di aver agito per legittima difesa.

 La Commissione Farlam è stata istituita dal presidente Jacob Zuma per esaminare esattamente cosa accadde quel giorno.

Non è ancora chiaro se il rapporto stilato dal giudice a riposo Ian Farlam e dai suoi collaboratori verrà reso pubblico o meno, o se lo sarà solo in parte.

I partiti di opposizione e gruppi per i diritti umani (tra i quali Amnesty International) stanno pressando le istituzioni sudafricane affinchè i risultati siano resi pubblici. Il governo ha risposto che il presidente considera la faccenda “prioritaria”.

Nessuno venne mai messo sotto accusa ne ritenuto responsabile delle uccisioni. Gli avvocati delle famiglie dei minatori morti hanno accusato le forze di polizia di aver agito per vendetta anche per le proteste e le altre morti (10 tra i quali guardie di sicurezza e poliziotti) avvenute nei giorni precedenti al massacro.  (Bbc)

Copyright 2021 © Nigrizia - Tutti i diritti sono riservati