Sudan / Economia

Il parlamento sudanese ha ratificato un accordo che prevede un prestito di 200 milioni di dollari dal Kuwait per finanziare progetti di irrigazione nell’area della diga di Roseires, nello stato del Nilo Azzurro. Il prestito, come riferito da fonti parlamentari al quotidiano Sudan Tribune, sarà rimborsato entro i prossimi 19 anni.

L’economia del Sudan è stata duramente colpita dopo la secessione del Sud Sudan, avvenuta nel luglio 2011, che ha sottratto a Khartoum circa il 75 per cento della produzione di petrolio del paese. Il paese è inoltre sottoposto a embargo economico da circa due decenni da parte degli Stati Uniti, in risposta alla sua presunta connessione alle reti terroristiche internazionali e alle violazioni dei diritti umani. Pesa infine il fenomeno climatico El Nino, di fronte al quale un  progetto d’irrigazione su vasta scala come questo rivela tutta la sua importanza a livello sia economico che sociale. (Agenzia Nova)