Sudan/Diritti Umani

Le ambasciate europee a Khartoum hanno chiesto alle autorità sudanesi di liberare le decine di manifestanti, oppositori politici e attivisti, arrestati durante le recenti manifestazioni contro il rincaro del pane. “Condanniamo le violenze usate contro manifestazioni pacifiche e continuiamo a incoraggiare coloro che esercitano i loro diritti fondamentali a farlo pacificamente”, si legge in una dichiarazione congiunta ripresa dal quotidiano in lingua inglese “Al Arabiya”.
Gli ambasciatori dei paesi membri Ue presenti in Sudan sono molto preoccupati per la detenzione prolungata senza processo di un gran numero di leader politici, attivisti dei diritti umani e altri cittadini.