Sudan / Accordi di pace

Un accordo di pace tra il governo di transizione del Sudan e alcuni dei principali gruppi ribelli attivi nelle regioni del Darfur, dei Monti Nuba e del Nilo Blu, è stato sottoscritto dopo anni di conflitto.
L’intesa, formalizzata il 21 ottobre, ha seguito di alcuni giorni l’annuncio da parte dell’esecutivo di Khartoum di una tregua nelle tre regioni.

L’accordo è stato sottoscritto a Juba, la capitale del Sud Sudan, dove sono in corso dal 15 ottobre i colloqui di pace tra l’esecutivo di transizione entrato in carica a Khartoum dopo le rivolte popolari sfociate ad aprile nella caduta del presidente Omar Hassan El-Bashir e il Fronte Rivoluzionario Sudanese (SRF), un’alleanza di formazioni ribelli costituita nel 2011.

Del SRF fanno parte gruppi radicati nel Darfur, come il Movimento di liberazione del Sudan e il Movimento giustizia e uguaglianza (JEM), e formazioni con base nei Monti Nuba e nel Nilo Blu, come il Movimento popolare per la liberazione del Sudan-Nord (SPLM-N).

La ripresa economica e la deposizione delle armi nelle tre regioni in conflitto sono pre-requisiti essenziali perché il nuovo corso sudanese possa svilupparsi, rafforzarsi e in definitiva traghettare il paese in una nuova fase della sua storia. (Agenzia Dire)