Sudan

Le Rapid Support Forces hanno sequestrato grandi quantità di merci di contrabbando nella capitale del Sud Darfur, Nyala. Lo ha comunicato Ahmed Dagalo, il comandante della milizia governativa nella regione.

Tra la merce sequestrata, 9mila fasci di cannabis, conosciuta localmente come bango, e 240 bottiglie di whiskey. L’uso di cannabis e alcol è proibito nel paese.

Secondo l’Ufficio generale per la lotta alla droga di Khartoum, il Sudan è il maggior produttore di cannabis in Africa. La maggior parte è coltivata nella località di El Radoom in Sud Darfur, un territorio che si estende per 34mila chilometri quadrati.
Secondo le ultime stime disponibili, tra il 2015 e il 2016 il giro d’affari legato al commercio della cannabis nel paese è stato di 7 miliardi di dollari.

In Sudan il suo uso è cresciuto in modo preoccupante tra i giovani tra i 18 e i 22 anni, in particolare tra gli studenti universitari. (Radio Dabanga)