Crimini finanziari
Molti dei conti bancari rivelati dell'inchiesta sulla banca Hsbc in Svizzera, riguardano il continente africano. Dall'evasione fiscale di politici e dittatori, ai tesoretti dei trafficanti di armi e di materie prime. Tanti i fondi sospetti, specie quelli legati al Corno d'Africa.

Molte reazioni anche nei paesi dell’Est e del Corno d’Africa alle rivelazioni sui fondi molti dei quali illeciti, custoditi nella sede svizzera della banca britannica Hsbc e pubblicati grazie alla lista Falciani, l’ex dipendente della banca che anni fa trafugò una lista di 100mila clienti intestatari di conti correnti facendo partire l’inchiesta Swissleaks.

Il settimanale The East African, pubblicato a Nairobi, questa settimana è uscito con un lungo articolo, e  una significativa tabella, riportata di seguito, da cui risulta che cittadini da tutti i paesi dell’East Africa Community si sono avvalsi dei servizi della banca.

Paesi

Fondi in

milioni di $

persone

Numeri di C/C

Kenya

 

559

742

1093

Tanzania

 

117

99

286

Uganda

 

893

57

212

Burundi

 

30.2

14

32

Ruanda

 

2.1

2

2

 

I dati sono stati resi pubblici dall’International Consortium of Investigative Journalists (Icij), l’organizzazione americana cui sono stati fatti pervenire i documenti e che ne ha finora analizzati 60.000. Le ricerche si fermerebbero, per ora, al 2007. Il team di ricercatori sta lavorando su altri 2 milioni di file.

Il settimanale precisa che l’Icij si è particolarmente concentrato su conti bancari sospetti collegabili ad operazioni di evasione fiscale di politici e dittatori, ai trafficanti di armi e di materie prime come i diamanti e al riciclaggio.  Ad esempio, è riuscita a risalire a tre clienti, di nazionalità ancora non accertata, che avrebbero facilitato operazioni di riciclaggio a politici e commercianti tanzaniani. Si cita anche il caso di una commerciante burundese, già conosciuta per traffico illecito di metalli preziosi dalla Repubblica Democratica del Congo e per traffico d’armi a sostegno di gruppi ribelli al tempo della guerra civile nel suo paese, all’inizio degli anni novanta. La donna sarebbe uno degli innumerevoli clienti della banca collegabili a diversi conflitti nel continente.

Altre fonti puntano il dito sul caso dell’Eritrea, che risulta essere il paese con il conto più ricco tra quelli esaminati. Su un unico conto, di proprietà di un cittadino eritreo non meglio identificato, si troverebbero più di 695 milioni di dollari.  Le fonti suppongono che si tratti di un politico e ricordano che il presidente, Isaias Afewerki, è famoso per affermare ad ogni occasione di avere un salario di 130 dollari al mese. La notizia di 695 milioni di dollari depositati su un conto segreto all’estero ha scandalizzato Asmara, che da anni soffre di carenza di cibo, elettricità e acqua.

Secondo il sito di analisi Ethiopian Observatory, sarebbero 19 i conti collegabili a cittadini etiopici, 10 dei quali segreti, per un totale di 10 milioni di dollari, probabilmente collegabili a evasione fiscale. Mentre per quanto riguarda la Somalia, fin dal 2013 il nome della banca era stato associato ad operazioni di riciclaggio del valore di 1,9 miliardi di dollari.

All’elenco non può mancare il Sudan. E infatti, secondo il Sudan Tribune, sarebbero 62 i clienti sudanesi il quali avrebbero complessivamente depositi per ben 131 milioni di dollari in 209 conti bancari, metà dei quali sarebbero di proprietà della stessa persona. Il deposito più consistente sarebbe di 18 milioni di dollari.

Insomma, lo scandalo dell’Hsbc conferma, chiarisce e documenta quello che già si sapeva a proposito del livello di corruzione, in senso lato, da cui è devastato il continente. La questione ha una rilevanza tale che se ne è dibattuto anche all’Unione Africana. Il mese scorso, il rapporto di una commissione guidata dall’ex presidente sudafricano Tabo Mbeky ha rivelato che crimini finanziari, quali l’elusione delle tasse e la corruzione, drenano annualmente dal continente almeno 60 miliardi di dollari.

Copyright 2021 © Nigrizia - Tutti i diritti sono riservati