Tanzania

Il partito al governo dovrà scegliere entro questa settimana il suo candidato per le elezioni presidenziali del prossimo ottobre.

Sono 38 i candidati del Chama Cha Mapinduzi – Ccm, (in swahili “Partito della Rivoluzione”), al potere dal 1964. L’attuale presidente Jakaya Kikwete, che è anche presidente del partito ha dichiarato che lui non ha una “persona da favorire “ ma invita i delegati del partito che si raduneranno domenica prossima, a scegliere una persona seria, competente e un buon leader da poter dare impulso all’economia e allo sviluppo sociale del paese.

Tra i vari candidati spiccano personaggi come il vicepresidente Mohamed Bilal, il Primo Ministro Mizengo Pinda, e gli ex primo ministro Edward Lowassa e Frederick Sumaye. L’attuale ministro degli esteri Bernard Membe e il ministro della giustizia, Asha-Rose Migiro. Interessante la presenza di Charles Makongoro Nyerere, figlio del presidente fondatore della Tanzania Julius Nyerere, così come Ali Abeid Karume, il figlio del primo presidente dello Zanzibar.

Tutti i candidati si sono impegnati se eletti a combattere la corruzione ed impegnarsi nella lotta contro la povertà. Verrà scelto anche il candidato per l’arcipelago dello Zanzibar, l’ attuale Ali Mohamed Shein spera di assicurarsi il secondo e ultimo mandato di cinque anni.

I politici dell’opposizione hanno anche loro avviato il processo di scelta del loro candidati. Ancora una volta si presenta Ibrahim Lipumba del Civic United Front (Cuf) è al suo quinto tentativo di diventare presidente della Tanzania, avendo perso nel 1995 e 2000 contro Benjamin Mkapa e nel 2005 e 2010 contro Kikwete.

Le elezioni presidenziali, legislative e locali si terranno il prossimo 25 ottobre. (Misna)