Tanzania / Liberazione miliardario

E’ stato liberato la notte tra il 19 e il 20 ottobre ed è tornato a casa sano e salvo il ricco uomo d’affari tanzaniano Mohammed Dewji, rapito l’11 ottobre mentre stava entrando in un lussuoso albergo della capitale economica, Dar es Salaam.

Considerato il più giovane multimiliardario del continente africano, Mohammed Dewji, 43 anni, ha ringraziato la polizia e tutti coloro che lo hanno sostenuto e hanno lavorato per la sua liberazione. Parlando con la redazione kiswahili di RFI, il portavoce della famiglia, Azim Doudji, ha detto che l’uomo ha chiamato i famigliari alle 2.30 di mattina, dicendo dove si trovava e chiedendo di andarlo a prendere. «Potremmo aver sbagliato ad andare senza avvisare la polizia, ma comunque, ringraziamo l’onnipotente», ha aggiunto, facendo pensare al pagamento di un riscatto.
Sulle condizioni del rilascio dell’ex parlamentare, proprietario e amministratore delegato del Gruppo METL, ci sono pochi elementi. La famiglia aveva offerto più di mezzo milione di dollari a chiunque lo avesse “trovato”.

Sul caso è in corso un’inchiesta e, secondo il commissario di polizia della regione di Dar es Salaam Lazaro Mambosasa, Mohammed Dewji avrebbe fornito importanti dettagli sull’identità dei suoi rapitori. «Ci ha detto che i sequestratori parlavano una lingua del Sudafrica e questo conferma i nostri timori. Ma continueremo le indagini fino alla fine». (Radio France Internationale)