Tanzania

Sembrano migliorare le condizioni di Tundu Lissu, il parlamentare dell’opposizione in Tanzania, scampato ad un tentativo di assassinio il 7 settembre scorso, mentre rientrava nella sua residenza nella capitale amministrativa della Tanzania, Dodoma.

“La sua salute sta migliorando”, ha detto venerdì scorso Abdallah Safari, vice presidente del principale partito di opposizione Chadema, confermando che l’uomo è ricoverato all’ospedale Aga Khan, nella capitale del Kenya, Nairobi, “come voluto dalla sua famiglia e dal suo partito”, che temono ancora per la sua incolumità.

La polizia tanzaniana ha aperto un’inchiesta sul tentato omicidio, di cui non si conosce la causa. Secondo quanto riportato dai media locali, Lissu, 49 anni, è stato colpito da proiettili ad una gamba e allo stomaco nei pressi della sua abitazione dove rientrava dopo una sessione parlamentare.

Secondo i leader del partito, Lissu aveva espresso il timore di essere “seguito” da un’auto e aveva ripetutamente dichiarato d’aver paura di essere assassinato. Adesso anche “i membri del partito hanno paura”, ha detto Safari.

Con un comunicato, anche il presidente John Magufuli, del Chama cha mapinduzi (Ccm), ha condannato “questo atto crudele e inumano”. Ma i rapporti tra i due non erano amichevoli. Lissu ha avuto una serie di scontri con il governo di Magufuli, ed è stato arrestato almeno sei volte quest’anno, accusato, tra l’altro, di offendere il presidente e di disturbare l’ordine pubblico. Il suo arresto più recente è stato in agosto, dopo aver rivelato che un aereo acquistato dal governo per la flotta dal vettore nazionale, era stato sequestrato in Canada, per i debiti governativi non pagati.

Conosciuto con uno tra i più vivaci fustigatori dell’opposizione in parlamento, Lissu è anche presidente dell’associazione Società Legale Tanganyika (Tanganyika Law Society) che ha aperto una raccolta fondi per aiutare la famiglia a sostenere le onerose spese mediche all’estero. (Al Jazeera)

Copyright 2021 © Nigrizia - Tutti i diritti sono riservati