Tanzania / Droga

L’autorità antidroga del governo tanzaniano – Drugs Control and Enforcement Authority (Dcea) – ha sequestrato 10 container contenenti 200 mila litri di etanolo e componenti chimici proibiti a livello internazionale perché possono essere usati per produrre eroina ed esplosivi.

La partita, proveniente dallo Swaziland, è di proprietà di una compagnia tanzaniana ed è stata sequestrata nel porto di Dar el Salam. Rodgers Sianga, commissario generale del Dcea, ha dichiarato alla stampa che, dal 2016, la ditta ha importato 1 milione e 500 mila litri di componenti chimici proibiti, senza seguire le procedure stabilite per controllare la commercializzazione di quei prodotti. 5 tonnellate di materiali chimici pericolosi erano state sequestrate anche lo scorso maggio. La Tanzania aveva avuto l’attenzione internazionale l’anno scorso, in gennaio, quando in Pakistan erano state sequestrate 21,7 tonnellate di anidride acetica, usata per la produzione di eroina e morfina, provenienti dal porto di Dar el Salam. E’ la più grande quantità di anidride acetica mai sequestrata finora.

Secondo l’ultimo rapporto dell’International Narcotics Control Strategy (Incrs), questi componenti chimici vengono prodotti in Asia e portati in Tanzania dove, in laboratori clandestini, vengono usati per produrre metamfetamine e sostanze psicotrope per il mercato interno ed internazionale. (All Africa)

Copyright 2021 © Nigrizia - Tutti i diritti sono riservati