Tanzania / Sequestro

Un ricco uomo d’affari tanzaniano ed ex membro del parlamento, Mohammed Dewji, è stato rapito ieri mattina mentre entrava nella palestra di un hotel esclusivo a Dar es Salaam.

Secondo testimoni oculari, i rapitori sono arrivati a bordo di due veicoli che hanno parcheggiato all’interno dell’albergo – il lussuoso Colosseum Hotel and Fitness Club, a Oyster Bay, quartiere benestante nel settore nordovest di Dar es Salaam – prima che arrivasse Dewji. Al suo arrivo l’uomo è stato afferrato da due bianchi e trascinato all’interno di una delle auto. I sequestratori si sono poi dileguati sparando colpi di pistola in aria.

«C’erano due bianchi coinvolti, dobbiamo ancora stabilire i motivi del rapimento», ha confermato il capo della polizia locale, Lazaro Mambosasa, aggiungendo che le forze di sicurezza sono in allarme e stanno dando la caccia ai rapitori. Mambosasa ha anche detto che tre persone sono state arrestate e che tutti i punti di ingresso e di uscita del paese sono presidiati dalla polizia.

Dewji è l’uomo più ricco della Tanzania, proprietario e amministratore delegato dell’azienda multimiliardaria Mohammed Enterprises Tanzania Ltd (Gruppo METL), operante nei più diversificati settori: commercio, agricoltura, produzione di beni di consumo, energia e petrolio, servizi finanziari, telefonia mobile, infrastrutture e immobili, trasporti, logistica e distribuzione. La compagnia opera in 11 nazioni africane, principalmente in Africa orientale. Dewji, nel 2015, aveva parlato di un fatturato di 2 miliardi di dollari, con 24.000 dipendenti.

L’uomo, che è anche il principale sponsor dei Simba, la squadra di calcio campione della Lega tanzaniana, è stato eletto in parlamento con il partito di governo, il Chama Cha Mapinduzi (CCM), ma non ha cercato la rielezione alle elezioni del 2015. (The East African / Reuters)