Tanzania

Il maggior partito di opposizione in Tanzania, Chadema, ha comunicato che Mdude Nyagali, uno dei suoi giovani attivisti, è stato trovato gravemente ferito e incosciente in una zona rurale nelle vicinanze del suo villaggio d’origine, nel sud del paese. Dal letto di ospedale dove si trova ricoverato per le ferite riportate, ha raccontato di essere stato bendato ed ammanettato, prima di essere pesantemente picchiato.

Il giovane non è una figura politica di rilevanza nazionale, ma è un attivo critico del governo sui social media. Era stato rapito cinque giorni fa da persone non ancora identificate, ma l’opposizione ha immediatamente accusato la polizia, che nega di essere coinvolta. La scomparsa del giovane oppositore aveva scatenato nel paese una campagna via Twitter per chiedere il suo rilascio.

Il viceministro degli Interni, Hamad Yussuf Masauni, aveva anzi dichiarato di fronte al parlamento di aver rafforzato la sorveglianza e intensificato le indagini nella zona dove Mdude Nyagali è stato poi ritrovato.

L’opposizione, e anche diplomatici occidentali, si dicono preoccupati per la crescente repressione del dissenso sotto il governo del presidente John Magufuli, insediatosi nel 2015. (Africanews)