Tanzania / Migrazioni / Naufragio

La polizia della Tanzania ha annunciato ieri che sette migranti irregolari di origine etiopica hanno perso la vita nel naufragio di un battello che li stava trasportando in Sudafrica via mare. I sopravvissuti sono cinque. Il capitano del battello risulta ancora disperso.

Il naufragio è avvenuto al largo delle coste tanzaniane, in prossimità del confine con quelle del Kenya. Edward Bukombe, capo della polizia della regione di Tanga, al largo della quale è avvenuto l’incidente, ha dichiarato che non è inusuale fermare migranti etiopici diretti in Sudafrica. Il paese, ancora percepito con un’economia trainante nella regione e nel continente in generale – in realtà in forte crisi  da alcuni anni -, è un forte catalizzatore di lavoratori irregolari da altri paesi africani. Ha osservato però che di solito il viaggio avviene via terra.

L’incidente segnala che si sta facendo più complessa e pericolosa anche la rotta migratoria che porta in Sudafrica, paese dove le tensioni provocate dalla presenza non regolamentata di lavoratori stranieri hanno provocato gravi disordini nei mesi scorsi. (The East African)