Togo / Elezioni 2018

La principale coalizione di opposizione in Togo ha annunciato lunedì che boicotterà le elezioni generali del 20 dicembre che considera “fraudolente”.

«Non daremo la nostra benedizione alla mascherata che si sta preparando» ha detto uno dei leader dell’Alleanza Nazionale per il Cambiamento (ANC), Brigitte Adjamagbo-Johnson, annunciando nuove proteste di piazza domani e sabato e chiedendo l’intervento della Comunità economica degli Stati dell’Africa occidentale (CEDEAO / ECOWAS), l’ente regionale che segue la crisi politica togolese.

Il ministro della Sicurezza, il generale Yark Damehame, la scorsa settimana ha messo in guardia contro atti di violenza che cercano di sconvolgere la Campagna elettorale e il voto.

La crisi del Togo è in corso da settembre 2017, quando i manifestanti hanno riempito per la prima volta le strade della capitale Lomé e delle principali città del paese per chiedere le dimissioni del presidente Faure Gnassingbe, al potere dal 2005 dopo essere succeduto al padre, regnante per 38 anni.

Secondo quanto annunciato dal capo della Commissione elettorale lo scorso settembre, il prossimo 16 dicembre si terranno le elezioni locali e il controverso referendum costituzionale, che renderebbe possibile a Faure ripresentarsi nel 2020. (News 24 / Africa Feeds)