Togo / la mediazione del presidente del Ghana

L’opposizione togolese chiede un governo di transizione fino alle prossime elezioni, previste nel 2020. È quanto dichiarato ieri in conferenza stampa dai 14 partiti che formano la coalizione di opposizione seduta al tavolo dei negoziati con il governo di Lomé, ripresi venerdì 23 marzo. Gli esponenti dell’opposizione, riferisce la stampa locale, hanno inoltre ribadito che non accetteranno una ricandidatura del presidente Faure Gnassingbé. «Non possiamo lasciare che Gnassingbé sia candidato nel 2020, non è possibile», ha detto Jean-Pierre Fabre, capo dell’opposizione. «A partire dal 2020 Gnassingbé non sarà più candidato. Occorre un governo di transizione. Non lasceremo che diriga da solo il paese e organizzi le prossime elezioni», ha detto Aimé Gogué, membro della coalizione dei partiti di opposizione. Il dialogo tra governo e opposizione è ripreso lo scorso 23 marzo, in concomitanza con l’arrivo nella capitale Lomé del presidente del Ghana, Nana Akufo-Addo, di ritorno da Kigali, dove ha partecipato al 10° vertice straordinario dell’Unione africana. Akufo-Addo è infatti il mediatore nei negoziati in corso.(Nova)

Copyright 2021 © Nigrizia - Tutti i diritti sono riservati