Tunisia

Il parlamento della Tunisia ha approvato ieri l’imposizione della pena di morte per reati di terrorismo. I legislatori hanno votato durante il secondo dei tre giorni di dibattito su un disegno di legge volto a rinforzare i poteri statali al fine di affrontare una minaccia jihadista, soprattutto in seguito agli attacchi mortali rivendicati da Daesh ultimamente.

Il Presidente Beji Caid Essebsi ha imposto lo stato di emergenza dopo che uno studente ha fatto una sparatoria in una località balneare il mese scorso, provocando la morte di 38 turisti stranieri, la maggior parte di loro cittadini britannici. I legislatori hanno votato a favore di tre articoli di condanna a morte.

L’articolo 26 ad esempio si applica a chiunque “consapevolmente uccide qualcuno beneficiario della protezione internazionale”, con riferimento a persone come diplomatici e funzionari internazionali. (ArabPress)