Tunisia

La Tunisia è stata eletta capitale delle donne arabe per il 2018/2019 durante un incontro della Commissione delle donne arabe intitolato “Women for Safe Societies in the Arab Region”, tenutosi il 2 marzo a Gammarth. Alla riunione hanno partecipato undici ministri per gli Affari femminili e rappresentanti di varie organizzazioni per l’emancipazione e i diritti delle donne.

Il ministro tunisino per le donne, la famiglia e i bambini, Neziha Laabidi, ha sottolineato l’importanza di vedere la Tunisia presidente della Commissione delle donne arabe e ha ringraziato la Lega Araba per aver scelto il suo paese come capitale femminile. “Questo è il riconoscimento degli sforzi fatti per promuovere la condizione della donna e dell’evoluzione legislativa del paese rispetto ad altre nazioni arabe” ha aggiunto, sottolineando in questo modo le ultime conquiste delle donne tunisine in termini di riconoscimento dei propri diritti. Nel paese è stata recentemente approvata, infatti, una legge contro la discriminazione di genere e la violenza, e sono stati creati una linea telefonica e dei centri specializzati per le vittime di abusi.

Il direttore del Dipartimento delle donne, della famiglia e dei bambini della Lega Araba, Inas Sayed Mekkawi, ha lodato gli sforzi fatti dalla Commissione delle donne per assicurare il coordinamento tra gli stati arabi sullo sviluppo di strategie e piani di azione nei campi dell’emancipazione e della protezione della donna, specialmente in questa fase delicata della storia araba, segnata da conflitti armati e dalla crescita del terrorismo.

L’agenda della Commissione delle donne arabe prevede impegni importanti, tra cui la protezione delle rifugiate contro qualsiasi tipo di violenza, in particolare contro quella sessuale, la discussione del piano di azione della rete araba per l’emancipazione economica, lo sviluppo femminile, la sicurezza, la pace e il ruolo delle donne nella lotta al terrorismo. (AnsaMed)

Copyright 2021 © Nigrizia - Tutti i diritti sono riservati