Tunisia / Elezioni

Il candidato indipendente Kais Saied ha vinto con una percentuale schiacciante di consensi il secondo turno delle elezioni presidenziali in Tunisia.

Il professore di diritto costituzionale in pensione ha battuto con oltre il 76,9% dei consensi il potente uomo d’affari Nabil Karoui che ha riconosciuto la sconfitta ieri sera, nonostante i dati definitivi non siano ancora stati annunciati dalla Commissione elettorale.

Karoui ha imputato la sconfitta alla lunga detenzione che lo ha privato del diritto di “comunicare con gli elettori”. Il magnate, proprietario della televisione Nessma, arrestato il 23 agosto con l’accusa di riciclaggio di denaro e frode fiscale, è stato scarcerato solo alla vigilia del voto, il 9 ottobre.

Volto nuovo del panorama politico tunisino, Saied ha condotto una campagna elettorale sobria, sostenuta al ballottaggio da Ennahdha, il partito che ha ottenuto più seggi (52) alle elezioni legislative del 6 ottobre. (Reuters / Anadolu)