La Farnesina definisce inaccettabile l’affermazione con la quale la procura generale egiziana ha definito immotivata la decisione della magistratura italiana di processare in contumacia quattro agenti dei servizi segreti di Abdel Fattah al-Sisi per l’uccisione del giovane ricercatore friulano.

Il ministero degli esteri fa sapere di voler chiedere in merito un coinvolgimento dell’Unione Europea. Gli interessi dell’Italia e della Francia in primis a non voler guastare i rapporti con l’Egitto restano però dirimenti. Il Csm, intanto, rende noto che il processo in Italia andrà avanti. Al silenzio sulla vicenda del governo italiano è dedicato l’editoriale di gennaio della rivista Nigrizia che nel focus si concentra invece sulla crisi etiopica. Buon ascolto e buona lettura!