Senegal

I capi di stato e di governo dei paesi dell’Unione economica e monetaria dell’Africa occidentale (Uemoa), riuniti ieri a Dakar (Senegal), hanno approvato la creazione di un fondo regionale per finanziare la lotta al terrorismo nella regione.

L’incontro è stato presieduto dal presidente della Costa d’Avorio, Alassane Ouattara, che è anche il presidente di turno della Uemoa. L’appuntamento ha inteso definire la strategia da attuare per mobilitare i fondi destinati a sostenere le operazioni militari dei paesi membri e quelle sotto il comando comune della forza militare congiunta G5 Sahel.  

Messi subito a disposizione 100 milioni di dollari per 3 paesi (Mali, Niger e Burkina Faso) più esposti al terrorismo nel Sahel. Se il tema della sicurezza dei paesi dell’organizzazione (Benin, Burkina Faso, Costa d’Avorio, Guinea Bissau, Mali, Niger, Senegal e Togo) è stato centrale in quest’appuntamento, nel corso del vertice si è discusso anche del futuro del franco Cfa.