Uganda

L’ex premier Amama Mbabazi, il più accreditato degli sfidanti del capo dello stato Yoweri Museveni alle elezioni presidenziali del prossimo 18 febbraio, ha promesso che nel caso in cui andrà al potere farà rimpatriare il corpo dell’ex dittatore Idi Amin e realizzare un museo in suo onore.

L’obiettivo di Mbabazi, candidatosi come indipendente alle prossime elezioni dopo aver rotto con il Movimento di resistenza nazionale (Nmr) di Museveni, sarebbe quello di riconciliare le diverse fazioni del paese.

“Troppo spesso, il paese si è diviso tra il popolo di Idi Amin, quello di Milton Obote (al potere dopo l’indipendenza, ndr) e quello di Yoweri Museveni”, ha detto oggi l’ex premier ugandese. Il corpo di Amin, la cui presidenza tra il 1971 e il 1979 fu caratterizzata da bagni di sangue e feroce autoritarismo, si trova oggi a Gedda, in Arabia Saudita, dove il dittatore era stato costretto a riparare in esilio a seguito della caduta del suo regime. (Agenzia Nova)

Museveni, 71 anni, in novembre ha annunciato la sua candidatura alle elezioni per ottenere quello che sarebbe il suo quinto mandato presidenziale, dopo essere salito al potere nel 1986 successivamente alla ribellione armata che cacciò Milton Obote. Mugabe, dato per favorito per la vittoria finale, di recente è stato più volte accusato di aver intimidito, anche con violenze e uccisioni, chi supporta l’opposizione nel paese.