Uganda / Facebook

Facebook ha annunciato che sospenderà il progetto di investimenti infrastrutturali per un valore di milioni di dollari in Uganda, in seguito alla recente introduzione di una tassa sull’uso dei social media. Il responsabile delle politiche pubbliche di Facebook in Africa, Kojo Boakye, ha dichiarato nei giorni scorsi di aver già informato la commissione ugandese per il controllo delle comunicazioni. Boakye ha detto che l’introduzione di questa imposta avrebbe influenzato in modo significativo il piano di investimenti di Facebbok in Uganda.

L’imposizione di una tassa quotidiana di circa 200 scellini (0,04 dollari) sull’opzione di internet più utilizzata, rischia di nuocere in particolare gli imprenditori nel settore dei servizi digitali. In molti lamentano infatti un calo delle vendite di ricariche per internet dopo l’avvio del provvedimento. Molte aziende, inoltre, utilizzano i social media come loro indirizzo virtuale. 

Facebook ha annunciato il suo primo investimento in Uganda nel 2017. Il sito di rete sociale, aveva pianificato di collaborare con Airtel Uganda, Bandwidth e Cloud Services per estendere la rete di backhaul in fibra per 770 chilometri nel nord del paese. (The East African)