Museweni, 73 anni, ha firmato nei giorni scorsi la legge che modifica la Costituzione, eliminando il limite di 75 anni per concorrere alla carica di presidente. Si è aperto così la possibilità di competere ancora nelle prossime elezioni presidenziali, che si terranno nel 2021. Sarebbe il suo sesto mandato da presidente eletto e, secondo l’opposizione, si avvierebbe alla presidenza a vita.

La firma ha chiuso lunghi mesi di aspri dibattiti che hanno diviso anche il partito stesso del presidente, il National Resistance Movement, e hanno scatenato in tutto il paese proteste guidate dall’opposizione in cui ci sarebbero state diverse vittime. Diversi sono stati i tentativi di bloccare la legge a livello parlamentare.

Museweni è l’ultimo di una lista di presidenti africani che hanno usato vari modi per rimanere al potere oltre i termini di legge.