Il 13 luglio è nata ufficialmente a Parigi l’Unione Mediterranea, progetto tenuto a battesimo dal presidente francese Nicolas Sarkozy per mettere assieme i 27 membri dell’Unione europea e i paesi del lato sud del Mare Nostrum. Lo scopo è quello di ‘trasformare il Mediterraneo in uno spazio comune di pace, di stabilità e di prosperità attraverso il rafforzamento del dialogo politico e sulla sicurezza, del partenariato economico e finanziario, e del partenariato sociale, culturale ed umano’.
Secondo Luciano Ardesi, giornalista esperto di tematiche che riguardano il nordafrica e storico collaboratore di Nigrizia che ha seguito per noi il vertice a Parigi, il principale ostacolo dell’iniziativa è che ‘nasce senza l’ambizione politica di risolvere le crisi in atto’, soprattutto nel Medioriente.

(A cura di Michela Trevisan)