Zambia

Nazionalizzare le miniere per difendere i posti di lavoro: la richiesta è stata avanzata dalla Confederazione dei sindacati dello Zambia a seguito dell’annuncio da parte della multinazionale svizzera Glencore della sospensione delle attività estrattive presso uno dei giacimenti di rame più ricchi del paese.

“Auspichiamo che i nostri consigli siano accolti altrimenti il governo dovrebbe rilevare la gestione delle miniere” ha detto Joe Kamutumwa, il presidente della Confederazione, in merito al rischio di licenziamenti nella miniera di Mopani.

Il monito dei sindacati ha seguito di pochi giorni un intervento dello stesso tenore del capo dello Stato Edgar Lungu. Nel settembre scorso Glencore aveva annunciato la chiusura di Mopani per 18 mesi, motivando la decisione con il calo della domanda cinese e il conseguente crollo dei prezzi del rame. Nella miniera sono impiegati circa 3800 lavoratori. (Misna)