Zimbabwe / Politica

Migliaia di manifestanti sono scesi in strada giovedì, ad Harare, per chiedere le dimissioni del presidente Mugabe. I dimostranti, vestiti di rosso come il colore del principale partito di opposizione – il movimento per il cambiamento democratico (Mdc) –  hanno intonato cori di protesta rivolti al 92enne presidente dello Zimbabwe, accusato di non far niente per migliorare le condizioni economiche del paese.

La manifestazione, svoltasi sotto la sorveglianza delle forze di sicurezza, era stata autorizzata dall’alta Corte di Harare. I manifestanti chiedevano di avere i 2,2 milioni di nuovi posti di lavoro promessi dal partito al governo Zanu-Pf durante la campagna elettorale del 2013, nonché più trasparenza sulle entrate del governo.

«Noi non chiediamo un rovesciamento del governo, chiediamo un’ uscita dignitosa per uno stanco Mugabe», ha detto il leader dell’opposizione Morgan Tsvangirai.

«Mugabe non ha alcuna soluzione alla crisi perché è troppo stanco», ha inoltre riferito Tsvangirai ai giornalisti.

Secondo il leader dell’opposizione Mdc, questo sarebbe solo l’inizio di una serie di proteste finalizzate a portare Mugabe alle dimissioni. (Africanews)