Zimbabwe

In Zimbabwe la polizia ha arrestato ieri il pastore Evan Mawarire per aver trasmesso un video-messaggio sui social networks nel quale chiedeva ai cittadini di scendere in piazza contro il governo, responsabile a suo dire della carenza di carburante e delle improvvise escursioni dei prezzi dei beni di prima necessità.

L’attivista, che è anche il leader del movimento #ThisFlag, che lo scorso anno ha organizzato diverse proteste anti-governative, è stato portato via dalla polizia al termine della funzione della domenica. Mawarire è accusato di voler sovvertire il governo e dovrebbe apparire in tribunale oggi, ha detto il suo avvocato, Harrison Nkomo.
In Zimbabwe, la pena per aver tentato di rovesciare il presidente arriva fino a 20 anni di carcere.

Il pastore battista è già stato più volte arrestato nell’ultimo anno, sempre con la stessa accusa, l’ultima volta al suo rientro ad Harare dopo un viaggio negli Stati Uniti, lo scorso febbraio. (Voice of America)