Zimbabwe

La scorsa settimana è stato annunciato che l’ex presidente dello Zimbabwe Robert Mugabe verrà chiamato a deporre di fronte a una commissione parlamentare in relazione alle accuse lanciate da lui stesso nel 2016, in cui parlava della scomparsa 15 miliardi di dollari di ricavi statali dal settore diamantifero a causa “della corruzione e dello sfruttamento estero”.

“Abbiamo deciso di chiamare l’ex-presidente a testimoniare” ha affermato di fronte ai media Temba Mliswa, che presiede la commissione sul settore minerario e dell’energia. “Allora era il presidente e vorremmo sapere dove ha ricavato il dato di 15 miliardi di dollari”, ha concluso.

Mugabe, che lo scorso novembre è stato deposto da un colpo di stato militare dopo 38 anni di regime incontrastato e sostituito dal suo vice Emmerson Mnangagwa, era stato più volte accusato di essersi impossessato di parte dei proventi del settore dei diamanti, assieme ad altri membri influenti del suo governo e delle forze armate.

La commissione non ha ancora annunciato la data in cui Mugabe verrà chiamato a testimoniare, ma in molti si chiedono se l’ex dittatore, 94 anni, si presenterà, dato che le sue apparizioni in pubblico sono divenute ormai molto rare.

L’immunità dell’ex capo di stato non sembra essere più così scontata, come pure quella della sua famiglia. Lo testimoniano le accuse di traffico di diamanti, oro e avorio, emerse alla fine di marzo e riguardanti la sua controversa moglie Grace. La polizia ha aperto un’indagine su di lei dopo che alcuni funzionari delle Autorità dei parchi nazionali e della fauna selvatica dello Zimbabwe avrebbero consegnato in forma anonima alla polizia una serie di prove che dimostrerebbero come l’ex first lady abbia approfittato della sua posizione di potere per vendere zanne di elefante, avorio e oro sul mercato nero diretto verso Cina, Usa ed Emirati Arabi.

Come ulteriore prova del ci sarebbero anche gli scatti del fotoreporter sotto copertura Adrian Steirn, che poi ha inviato tutto il materiale all’emittente araba Al Jazeera. (News 24 / Al Jazeera)