L’esercito dello Zimbabwe, decisivo per la destituzione del presidente Robert Mugabe, ha promesso di mantenersi neutrale nelle prossime elezioni del 30 luglio.

Il portavoce Overson Mugwisi, intervenuto ieri in una conferenza stampa ad Harare, ha chiarito che «le Forze di difesa dello Zimbabwe non avranno alcun coinvolgimento diretto nelle prossime elezioni». Il responsabile ha smentito in particolare le notizie che riferivano di una forte vicinanza dell’esercito allo Zanu-Pf, il partito di Mugabe guidato ora dal presidente Emmerson Mnangagwa, considerato favorito nella prossima tornata elettorale. Il 30 luglio a sfidarlo sarà Nelson Chamisa, esponente dell’Mdc.

Il voto sarà il primo nella storia dello Zimbabwe dalla caduta di Mugabe, al potere per 37 anni. (Agenzia Dire)