Zimbabwe / Sudafrica

Durante la visita ufficiale in Sud Africa in corso in questi giorni, il presidente dello Zimbabwe, Robert Mugabe ha denunciato il “saccheggio” delle risorse naturali in Africa e il “dominio” dei cinque membri permanenti del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite.

Mugabe ha accusato i membri permanenti “disturbare” il mondo arabo, citando gli esempi di Libia e Iraq.

Riguardo la politica di “indigenizzazione” in vigore nel suo paese, Mugabe ha detto che la ricchezze dell’Africa appartengono a questo continente e ha denunciato il saccheggio delle risorse naturali in Africa è, secondo lui, il vero problema.

Di fronte al Fondo Monetario Internazionale e alla Banca mondiale, che richiedono da tempo l’abbandono della politica di indigenizzazione, Robert Mugabe non sembra quindi disposto a fare concessioni.

È la prima visita del presidente Mugabe in Sudafrica dopo 21 anni. Una serie di incontri si sono già tenuti ieri e oggi anche con il presidente sudafricano Jacob Zuma. Un’occasione per consolidare i legami economici tra i due paesi di cui specialmente lo Zimbabwe ha bisogno per la sua economia. Pretoria, infatti, è il primo partner commerciale di Harare con esportazioni annue per 24 miliardi e 800 milioni di rand, quasi due miliardi e 100 milioni di dollari. (Bbc)