Zimbabwe

Venditori ambulanti in marcia per protesta verso il parlamento. È avvenuto oggi ad Harare, in una manifestazione sul cui successo gli organi di stampa nazionali e internazionali si dividono. Il quotidiano governativo Herald si limita a parlare di “decine” di manifestanti, mentre altre fonti di stampa riferiscono che diverse centinaia di persone hanno preso parte al corteo.

Gli ambulanti, una categoria di cui fanno parte molti giovani disoccupati, protestavano contro il piano del governo di impedire loro di lavorare nelle strade del centro a partire da venerdì prossimo. I leader dei dimostranti sono riusciti a consegnare una petizione alle autorità. Nel documento, ha spiegato Justice Manayi, rappresentante ufficiale della categoria, si chiede al governo di accettare “che l’economia è in declino e rimuovere i sintomi non risolverà il problema”.

“Il governo – ha proseguito Manayi – deve creare lavoro per le masse”. Sul tasso di disoccupazione dello Zimbabwe esistono solo stime: la maggior parte degli abitanti infatti si mantiene attraverso l’economia informale. Secondo gli ultimi dati ufficiali, che risalgono al 2011, appena il 10,7% della popolazione aveva un impiego nel senso corrente del termine. (Misna)