Dossier Archivi - Nigrizia
Categoria: Dossier
Algeria
01 Luglio 2024
“La sfida? Sentirsi una Chiesa d’Algeria”
È il primo italiano nominato vescovo nel paese. «L’immagine che la nazione ha della Chiesa è quella dei tempi coloniali: forte, fatta di stranieri, francese. L’obiettivo è costruire un dialogo con le autorità»Intervista a mons. Davide Carraro, vescovo di Orano
Luciano Ardesi
Algeria
01 Luglio 2024
Diritti privati
Con la fine del movimento, ogni spazio di libertà – dall’informazione, all’associazionismo, alle attività politiche e sindacali – è stato calpestato. Pene severe per i trasgressoriAlgeria, il dopo Hirak / La mano pesante dello stato sulla società civile
Nadia Addezio
Algeria
01 Luglio 2024
Stato di dipendenza
È la quarta economia continentale. Ma è troppo legata alle oscillazioni dei mercati di gas e petrolio. Resta una struttura fragile rispetto alla crescita della popolazione. Cala, comunque, la disoccupazione. Il nuovo fronte con il Marocco si chiama gasdottoAlgeria / L’andamento economico
Luciano Ardesi
Algeria
01 Luglio 2024
Conflitti d’interesse
Il paese è al centro di mille attenzioni: per le sue ricchezze energetiche, per le prese di posizione su Israele e per il caso sahrawi. Ha spaccato il fronte maghrebino in funzione anti-Marocco, ma ha perso appeal con i vicini saheliani dopo i golpe nei paesi dell'area. Fari puntati sulle mosse di MoscaAlgeria / Quadro internazionale
Umberto Profazio
Algeria
01 Luglio 2024
Sistema di sicurezza
Il blocco di potere che governa da sempre il paese reprime ogni spazio di agibilità a chi si oppone. Non sono state spiegate le ragioni dell'anticipo del voto a settembre, annunciato dal presidente dopo una riunione con il vertice militare. L’opposizione si presenta divisa e la società civile è zittitaAlgeria / Elezioni politiche anticipate
Luciano Ardesi
Chiesa e Missione
01 Giugno 2024
Martiri, ma non della politica
Le testimonianze di molti agenti pastorali e missionari stranieri confermano le condizioni tragiche della popolazione. I vescovi non hanno dubbi sulle responsabilità e si rifiutano di entrare nel Consiglio di transizioneLa reazione della Chiesa al clima di violenza
Giuseppe Cavallini
Dossier
01 Giugno 2024
Via di fuga
Sfollati nel sud. Milioni scappati in altri paesi. Cento mila rimpatriati. La confinante Repubblica Dominicana che prosegue nella sua politica di deportazione, costruendo pure un muro al confine. La situazione è sempre più difficile per gli haitiani che cercano di scappare da miseria e violenzaLa migrazione
Carolina Pajaro Yamal, Davide Riccardi
Dossier
01 Giugno 2024
Fondi bucati
Sono stati promessi aiuti milionari. Ma solo l’1% è arrivato allo stato haitiano. Il resto a ong e a esperti internazionali. Colpa anche della volatilità degli esecutivi haitiani. Ma la gestione complessiva ha fatto dei buchi nell’acqua. Anche le missioni internazionali non sono state molto efficienti. Il caso Kenya ha scatenato la rabbia a Port-au-PrinceIl prodotto tragico delle crisi
Carolina Pajaro Yamal, Davide Riccardi
Dossier
01 Giugno 2024
Stato bandito
Le gang criminali controllano larga parte della capitale. Sono gruppi paramilitari, in passato al servizio del potere, che oggi giocano una partita in proprio. Tra le figure criminali di spicco Jimmy Chérizier, per tutti BarbecueL’alleanza per evitare progetti di intervento straniero
Carolina Pajaro Yamal, Davide Riccardi
Dossier
01 Giugno 2024
Caos indisturbato
La sua è la storia di un paese gravato da crisi permanenti: golpe, assassini eccellenti, bande criminali che imperversano. Una popolazione che si muove tra rovine e speranze. Il tentativo, ora, è di dar vita a un nuovo percorso democraticoUna nazione ridotta in povertà
Carolina Pajaro Yamal, Davide Riccardi