Tutti gli articoli - Nigrizia

Tutti gli articoli / PLUS

PLUS
01 Novembre 2023

Da Tantura a Gaza 75 anni di ingiustizie

Per cercare di spiegare la violenza del 7 ottobre va interrogata la storia di un conflitto che dura da 75 anni, rilette le risoluzioni ONU e valutato l’atteggiamento dello stato di Israele

Mostafa El Ayoubi
PLUS
01 Novembre 2023

Note ai margini

Produttore sui generis / Intervista con Ian Brennan

Marcello Lorrai
PLUS
01 Novembre 2023

“Musica, la nostra materia prima”

Un collettivo gestisce un centro culturale e una casa discografica a Ségou, un’area instabile. Per tenere viva la scena artistica e perché «la musica e la voglia di vivere non si possono fermare». Tanti i progetti in divenire

Marcello Lorrai
PLUS
01 Novembre 2023

L’Africa elettronica non smette di evolvere

Come la musica elettronica è entrata sulla scena africana negli anni ’90, come è stata elaborata e come sta diventando sempre più rilevante. Dal kuduro in Angola al gqom in Sudafrica

Benjamin Lebrave
PLUS
01 Novembre 2023

Afrobeats, vena inesauribile

Il successo internazionale non ha intaccato, anzi, la qualità delle produzioni che competono con il pop dei paesi occidentali. L’ascesa fulminea di Tems. Ma non sempre il mercato nordamericano risponde alle aspettative dei musicisti

Sanya Osha
PLUS
01 Novembre 2023

Creatività e internet, l’età dell’oro è adesso

Afrobeats, bongo, amapiano, rumba, gengetone sono generi che ormai si ascoltano ovunque. Grazie ai social e ai crescenti investimenti dell’industria discografica. In Africa, necessario migliorare le infrastrutture e garantire i diritti d’autore

Martin Siele
PLUS
29 Ottobre 2023

La fede messa alla prova

Come altre realtà religiose, la Chiesa è sottoposta a un rigido controllo ed è limitata nell’azione pastorale e di servizio alle popolazioni. I vescovi hanno denunciato più volte questa situazione, oltre che lo stillicidio di migliaia di giovani che abbandonano il paese

Berhane Woldeyesus
PLUS
29 Ottobre 2023

La ribellione dei giovani della diaspora

Anatomia di un nuovo movimento, il Brgied Nhamedu, al centro di un’opposizione anche violenta, dalla Germania a Israele. Si mobilita per contrastare le kermesse organizzate da associazioni vicine al regime

Zekarias Kebraeb. Autore eritreo-tedesco, attivista e animatore del canale YouTube Mestyat Betna
PLUS
29 Ottobre 2023

La stampella araba

Arabia Saudita ed Emirati Arabi Uniti sono interessati ai porti sul Mar Rosso. Ma Asmara cerca di stringere rapporti solidi anche con Mosca e Pechino. Resta, tuttavia, una politica paranoica anche nella sua proiezione internazionale

Habte Weldemariam. Sociologo, di origine eritrea. Lavora presso il dipartimento pace delle Acli nazionali
PLUS
29 Ottobre 2023

Fuga dalla realtà

I rifugiati eritrei nel mondo sono circa 600mila. Si scappa dal servizio militare permanente, dalla paura dello stato e dalla povertà

Habte Weldemariam. Sociologo, di origine eritrea. Lavora presso il dipartimento pace delle Acli nazionali
PLUS
29 Ottobre 2023

Tutti gli uomini di Afwerki

Militari, economisti, consiglieri politici. Molti di loro hanno condiviso un ruolo centrale nella guerra per l’indipendenza, momento chiave per la storia del paese ma anche nella vita del presidente-dittatore. Si fanno vedere di rado in pubblico, ma sono fondamentali

Mohamed Kheir Omer
PLUS
29 Ottobre 2023

Alleati o rivali?

L’accordo di pace siglato tra i leader di Eritrea ed Etiopia nel 2018 pareva l’inizio di un idillio. Oggi sembra incrinato soprattutto nel ruolo giocato da Asmara in Tigray e nel sostenere le rivendicazioni degli amhara

John White
PLUS
29 Ottobre 2023

Un paese in guerra con sé stesso

L’indipendenza, ottenuta nel 1991, non ha portato né libertà né democrazia. Il regime di Afwerki si regge su repressione del dissenso, lacerazioni etnico-politiche interne e conflittualità permanente nel contesto regionale. Vediamo perché

Mohamed Kheir Omer, ricercatore di base a Oslo, Norvegia, ex preside dell'Università di Asmara
PLUS
26 Ottobre 2023

Parigi e il Sahel à la carte

Nella sua ultima opera, l’antropologo francese mette a nudo la politica culturale della Francia. Le opere degli autori saheliani sono considerate davvero “africane”, e dunque premiate, solo se osservano precisi criteri. Funzionali agli interessi di Macron nell’area

Stefania Ragusa
1
...
4 5 6 7 8 9 10
...
27