A tre attivisti africani il Right Livelihood Award 2022
Pace e Diritti Somalia Uganda
Il ‘Nobel alternativo’ assegnato a due donne somale e a un ugandese
A tre attivisti africani il Right Livelihood Award 2022
30 Settembre 2022
Articolo di Redazione
Tempo di lettura 1 minuti
L'attivista ugandese Dickens Kamugisha (Credit: Right Livelihood Award)

Tre africani sono tra i vincitori del Right Livelihood Award 2022, promosso dall’omonima ong svedese e conosciuto anche come ‘Nobel alternativo’. Fartuun Adan, nata in Somalia, e sua figlia Ilwad Elman, con l’ugandese Dickens Kamugisha sono stati premiati per il loro coraggio nel promuovere i diritti umani e ambientali, nonostante i pericoli affrontati.

Adan ed Elman sono premiate per aver promosso la pace, la smilitarizzazione e i diritti umani in Somalia, di fronte al terrorismo e alla violenza di genere. Nel martoriato paese del Corno d’Africa, le due donne da oltre 10 anni portano avanti il lavoro del padre di Ilwad, Elman Ali Ahmed, un importante attivista per la pace somalo, assassinato nel 1996 in Somalia, fondatore dell’organizzazione Elman Peace.

Kamugisha, amministratore delegato dell’Africa Institute for Energy Governance (Afiego), è stato premiato per il suo coraggioso lavoro per la giustizia climatica e i diritti delle comunità, violati dai progetti energetici estrattivi in Uganda.

Il direttore esecutivo di Right Livelihood, Ole von Uexkull, ha dichiarato che i loro successi dimostrano come possiamo costruire società sui principi della giustizia piuttosto che sullo sfruttamento.

Fartuun Adan (a destra) e Ilwad Elman

 

Copyright © Nigrizia - Per la riproduzione integrale o parziale di questo articolo contattare previamente la redazione: redazione@nigrizia.it
NIGRIZIA DICEMBRE 2022
Abbonati