«I discepoli di Gesù sono tanto più credibili quanto più assumono la povertà come stile di vita; quanto più lottano contro le ingiustizie che generano la povertà; quanto più condividono le ricchezze da fratelli e riscattano la situazione dei poveri. Esistono quindi povertà da scegliere, povertà da combattere e povertà da riscattare».

Il vescovo di Modena-Nonantola risponde così alla domanda posta dal titolo del libro e dunque indica l’atteggiamento che deve tenere un cristiano: valutare in ogni situazione quando la povertà è benedetta o maledetta.

Copyright 2021 © Nigrizia - Tutti i diritti sono riservati