Tutti gli articoli - Nigrizia

Tutti gli articoli / PLUS

PLUS
01 Febbraio 2023

Primi passi della mobilità elettrica

Sviluppi interessanti anche nei paesi in via di sviluppo, soprattutto in India. In Africa le prime start up egiziane e ugandesi

Gianni Silvestrini, direttore scientifico di Kyoto Club
PLUS
01 Febbraio 2023

Patriottismo, ius soli e gli altri

Facciamoci caso, i migranti non hanno il diritto di far parte di una comunità “patriottica”. E qui cade l’asino sovranista

Marco Aime
PLUS
01 Febbraio 2023

Siankiki dal Kenya: vi racconto la mia storia

Ogni mese, lungo il 2023, Nigrizia dà voce al tragitto di esperienze e di riflessioni di una giovane donna che oggi vive in Kenya. Al centro della sua elaborazione-esplorazione i temi dell’identità, dell’appartenenza culturale, del razzismo interiorizzato. Così si presenta Gaia Dominici, per il mondo social @siankiki

Gaia Dominici
PLUS
31 Gennaio 2023

I litiganti dei Grandi Laghi

Non si vedono mutamenti di prospettiva in una regione cronicamente instabile. Rwanda e Uganda, che si disputano l’egemonia sul nordest dell’Rd Congo, possono condizionare le elezioni generali congolesi, previste per il prossimo dicembre

Raffaello Zordan
PLUS
27 Gennaio 2023

Arma di distruzione climatica

Secondo uno studio presentato alla Cop27 c’è una stretta correlazione tra i bilanci in crescita della difesa e l’aumento considerevole delle emissioni di gas serra. Eppure si continua a investire in sistemi d’arma altamente inquinanti. Il caso del caccia F-35 A assemblato anche a Cameri

Gianni Ballarini
PLUS
24 Gennaio 2023

La ragnatela tricolore

Eni è presente in 14 paesi. Il 59% della sua produzione globale petrolifera arriva dal continente. Solo la Sonatrach algerina dedica più fondi all'attività di esplorazione. Ma a sostenere il business del cane a sei zampe ci pensano i finanziamenti di UniCredit e Intesa Sanpaolo

Luca Manes
PLUS
08 Gennaio 2023

Boko Haram e la sua “riserva di pesca”

Il gruppo terroristico, che nasconde quattro gruppi scissionisti, si è radicato nel territorio. Non solo offre servizi alle popolazioni a lui sottomesse, ma tra le sue fonti principali di ricavo ci sono le tassazioni su pesca e bestiame. E non potrebbe essere così pervasiva la sua presenza nel territorio se non ci fosse la complicità di tanti attori, a partire da settori importanti delle forze dell’ordine corrotte

Gianni Ballarini
PLUS
01 Gennaio 2023

Cop27 e il salto di qualità che manca

È importante aver avviato un percorso. Ma sarà decisivo lo sforzo di tagliare con maggiore decisione le emissioni

Gianni Silvestrini, direttore scientifico di Kyoto Club
PLUS
01 Gennaio 2023

La crisi siriana è tutta da risolvere. Non dimentichiamolo

Dura dal 2011 la guerra procura di Occidente, paesi del Golfo e Turchia per archiviare il regime di al Assad. Il paese è devastato. Si contano 400mila morti e 11 milioni tra sfollati e profughi

Mostafa El Ayoubi
PLUS
01 Gennaio 2023

Ironia, sarcasmo e razzismo

Dopo i cori razzisti dei tifosi della Lazio durante la partita di calcio di ieri con il Lecce, crediamo sia un balsamo la riflessione che propone l’antropologo Marco Aime nella sua rubrica sul numero di gennaio di Nigrizia. I cori erano rivolti allo zambiano Lameck Banda e a Samuel Umtiti, difensore francese nato in Camerun. Anche l’autore de Il Conte di Montecristo era preso di mira per il colore della sua pelle. Ma sapeva rispondere a tono

Marco Aime
PLUS
01 Gennaio 2023

La sinistra snaturata dalla realpolitik

Non stupisce che il Qatar possa permettersi a libro paga i politici. Rattrista che per consolidare la rete affaristica, si usi la copertura fittizia della filantropia

Gad Lerner
PLUS
31 Dicembre 2022

Tunisia: equilibri instabili

Se Tunisi ha rafforzato i legami con Algeri, restano difficili i rapporti con la Libia e si sono complicati quelli con il Marocco, a causa del Sahara Occidentale. La novità è l’appoggio richiesto da Saied ai paesi del Golfo, mentre in Europa l’Italia ha scalzato la Francia come primo partner.

Luciano Ardesi
PLUS
29 Dicembre 2022

Iran e Arabia Saudita: due pesi e due misure sui diritti umani

Più che legittime le proteste della gioventù iraniana dopo la morte di Amini. Ma ci dovrebbe essere una mobilitazione occidentale anche per le donne che vivono a Riyadh.

Mostafa El Ayoubi
PLUS
28 Dicembre 2022

Benin, democrazia alla prova

Il potere arrogante del presidente Patrice Talon, al suo secondo mandato, va controbilanciato da un parlamento, oggi monocolore pro-Talon, plurale e in grado di esprimersi sui temi più rilevanti. Sette i partiti in lizza.

Elio Boscaini
1
...
15 16 17 18 19 20 21
...
27