Camerun / Boko haram

Cinque persone sono morte sabato sera in un duplice attentato kamikaze ad opera di due donne avvenuto in un villaggio nel nord del Camerun. Lo hanno annunicato fonti ufficiali della regione.

Gli attacchi sono avvenuti nel villaggio di Dabang.  La prima attentatrice si è fatta esplodere in una casa mentre la seconda ha attvato il detonatore nei pressi di “un negozio di saldatura”, ha detto Bakary Midjiyawa, governatore della regione dell’Estremo nord, una delle più colpite dalle incursioni del gruppo estremista islamico nigeriano.

Proprio una settimana fa c’era stato un altro attentato suicida nella periferia della città di Fotokol che aveva provocato 4 vittime.

In totale, più di 100 persone sono morte nel nord del Camerun in una ventina di attacchi da luglio ad oggi attribuiti a islamisti nigeriani. Questo non è che l’ultimo di una lunga serie di attentati che i jihadisti hanno compiuto quest’anno in Ciad, Camerun, Niger e Nigeria.Tutte queste nazioni fanno parte di una coalizione militare di 8700 uomini che sta cercando di debellare gli estremisti nigeriani da inizio anno. Da allora, tuttavia, gli attacchi e le imboscate del gruppo jihadista si sono intensificate, colpendo obiettivi militari ma molto spesso anche civili.

L’insurrezione Boko haram e la sua repressione hanno ucciso almeno 17.000 persone e provocato più di 2,5 milioni di sfollati dal 2009 in Nigeria. (Reuters)

Copyright 2021 © Nigrizia - Tutti i diritti sono riservati