Camerun / Diritti Umani

Il Camerun ha bisogno di uno sforzo rapido e profondamente radicato per affrontare un’esplosione di violenze in diverse zone del paese.

A dirlo è stata ieri l’Alto commissario Onu per i diritti umani Michelle Bachelet, al termine di una visita di tre giorni nel paese dell’Africa occidentale.

Violenze si sono riversate nel paese attraverso i confini dalla Nigeria, dal Ciad e dalla Repubblica Centrafricana, mentre le misure repressive contro i separatisti nelle regioni anglofone occidentali e le penetrazioni jihadiste nell’estremo nord, hanno provocato l’instaurarsi di tensioni di lunga durata. Una situazione che potrebbe sfuggire al controllo e che presenta sfide immense, ha detto.

«Credo che ci sia una chiara, e se possibile breve, finestra di opportunità per arrestare le crisi che hanno portato a centinaia di migliaia di sfollati interni, così come le uccisioni e le brutali violazioni dei diritti umani e gli abusi che hanno colpito le zone settentrionali e occidentali del paese», ha aggiunto. «Ci vorranno azioni significative da parte del governo e un supporto sostanziale e sostenuto da parte della comunità internazionale, inclusi noi delle Nazioni Unite».

Il Camerun era uno dei paesi più stabili della regione fino a pochi anni fa, ma ora i villaggi sono stati bruciati, i civili uccisi e mutilati, i bambini rapiti e costretti a unirsi a gruppi armati o utilizzati come inconsapevoli kamikaze.

Durante i colloqui con il presidente Paul Biya (nella foto) – 86 anni, al potere da 36 anni e riconfermato lo scorso ottobre per un settimo mandato di sette anni – Bachelet si è offerta di contribuire a garantire che le operazioni militari rispettino i diritti umani, sostenendo che questo aiuterà a riconquistare la fiducia popolare. «Se non riescono a farlo, non sconfiggeranno un nemico che prospera sulla sfiducia della popolazione nei confronti delle autorità» e «nel frattempo, i civili intrappolati tra queste due potenti, seppur asimmetriche, forze opposte, sono sempre più vulnerabili agli abusi e alle violazioni letali da entrambe le parti», ha detto. (Reuters)

Copyright 2021 © Nigrizia - Tutti i diritti sono riservati