Economia / Africa

L’Africa orientale sta emergendo negli ultimi anni sempre di più come un hub commerciale capace di rivaleggiare con i due giganti economici del continente, il Sudafrica e la Nigeria.

A sostenerlo è uno studio realizzato dalla banca britannica Barclays, in cui viene sottolineato come in Africa esistano cinque “giganti dormienti” che presentano significative opportunità d’investimento per le compagnie internazionali: Etiopia, Repubblica democratica del Congo, Mozambico, Tanzania e Ghana.

Nel rapporto si legge che il quintetto ha assunto sempre più interesse agli occhi degli investitori internazionali interessati a profitti nel medio e lungo termine.

In generale, secondo Barclays, il Sudafrica e la Nigeria sono i paesi che offrono ancora le migliori opportunità per le aziende straniere in termini di capacità di assorbimento dei mercati interni, assenza di barriere al commercio regionale e collegamenti con i paesi vicini.

Se il Sudafrica resta sempre “l’attore di spicco” all’interno del continente e la Nigeria è il paese che presenta le opportunità “più interessanti” nel lungo termine, sono in realtà i paesi della Comunità dell’Africa orientale quelli che stanno attirando l’attenzione degli investitori internazionali grazie alle politiche per promuovere l’integrazione regionale e creare un mercato unico. (Africa e Affari)