Kenya

Si è svolto ieri pomeriggio nella capitale del Kenya, Nairobi, un sit-in per spingere le autorità a fare tutto il possibile per ritrovare Caroline Mwatha Ochieng, un’attivista scomparsa il 6 febbraio mentre indagava su uccisioni sommarie e abusi commessi dalla polizia nella baraccopoli di Dandora.

A organizzare il sit-in i colleghi del Dandora Community Justice Centre (Dcjc), l’associazione per la quale Caroline lavora. Per ritrovarla è stata lanciata anche una campagna social: #FindCarolineMwatha. Il sindaco di Nairobi, Mike Sonko, ha promesso una ricompensa equivalente a oltre 2.600 euro a chi fornirà informazioni utili. La polizia ha fatto sapere d’aver aperto un’inchiesta.

Secondo Wilfred Olal, un collega di Caroline, la donna stava indagando sull’uccisione, lo scorso ottobre, di sei residenti di Dandora – lo slum ospita la discarica di rifiuti più grande del paese – e per questo alcuni poliziotti l’avevano minacciata di morte. (Dire / The Star)