Kenya / Istruzione

Il movimento #MeToo arriva all’Università di Nairobi, dove studentesse e studenti, sostenuti dall’organismo delle Nazioni Unite Women Kenya, hanno lanciato nei giorni scorsi l’iniziativa #CampusMeToo.

Tra le richieste del gruppo al governo, riferisce il sito Okay Africa, corsi obbligatori per introdurre i neo-iscritti al problema delle molestie sessuali, corsi di sensibilizzazione per il personale universitario e l’istituzione di una commissione investigativa in tutti i campus kenyani.

Secondo uno studio recente condotto nella capitale dall’ong ActionAid insieme all’agenzia Onu per le donne, il 24% dei ragazzi e il 49% delle ragazze hanno subito abusi sessuali, principalmente nel primo anno di iscrizione all’università o al college.

Di recente l’inchiesta ‘Sex for grades’ (Sesso in cambio di voti) della giornalista Kiki Mordi, pubblicata il 7 ottobre da BBC Africa Eye, aveva fatto luce sui comportamenti di alcuni docenti dell’Università di Lagos, in Nigeria, e dell’Università del Ghana che, credendola una studentessa, le avevano fatto avances sessuali. (Dire / BBC)