Politica italiana/ I comboniani prendono posizione
Il Parlamento ha approvato il reato di clandestinità la contenuta nel ddl sicurezza, assieme alla tassa sulla richiesta di cittadinanza. Oggi potrebbe passare anche quella sul permesso di soggiorno. Provvedimenti ingiusti secondo i missionari comboniani.

Il seguente comunicato dei missionari comboniani è stato approvato dall’assemblea dell’animazione missionaria della provincia italiana il 15.1.09

I missionari comboniani riuniti in assemblea a Pesaro, esprimono la loro preoccupazione per il deterioramento della situazione degli immigrati in Italia.
Il governo chiede un ulteriore contributo finanziario agli stranieri per far fronte alla attuale crisi economica. Questa tassa non ci trova d’accordo. La maggioranza degli immigrati già contribuisce con sacrificio alla nostra società. Lo fa offrendo servizi non più svolti dagli italiani. Lo fa accettando salari più bassi della norma. Lo fa garantendo sostegno ad anziani e disabili non più seguiti dalle loro famiglie.
In linea con l’insegnamento del nostro fondatore, san Daniele Comboni, chiediamo a tutti gli italiani di accogliere senza preconcetti questi nostri fratelli e sorelle.

Il nostro paese ha prodotto oltre 50 milioni di emigrati negli ultimi cento anni. Ricordando questa esperienza vogliamo dare spazio a chi vuole vivere tra noi e contribuire alla crescita del nostro Paese. Molti immigrati cercano nel nostro paese un rifugio dall’oppressione politica e dalla povertà. Non possiamo essere d’accordo con chi vede in queste persone dei criminali. No ad un reato di clandestinità che esclude rifiutando i diritti fondamentali della persona.