Ambiente / OMS

L’inquinamento atmosferico uccide 7 milioni di persone ogni anno tra cui 600.000 bambini, quasi tutti in paesi poveri di Africa e Asia.

Lo ha dichiarato ieri la direttrice dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) per la salute pubblica e l’ambiente, Maria Neira, precisando che 9 persone su 10 nel pianeta respirano aria tossica e che il 93% dei bambini sotto i 15 anni nel mondo (1,8 miliardi) vive in ambienti in cui l’aria è avvelenata. Questo, ha spiegato Neira, danneggia il loro sviluppo psico-fisico, causando centinaia di migliaia di morti per infezioni acute alle basse vie respiratorie.

Maria Neira ha aggiunto che circa un quarto dei decessi di adulti a causa di malattie cardiache, ictus e cancro ai polmoni, può essere attribuito all’inquinamento dell’aria, lanciando «un appello urgente a tutti coloro che possono fornire soluzioni» perché «abbiamo bisogno di aumentare drasticamente la risposta per combattere l’inquinamento atmosferico». (Africanews)